01.Io canto
02.Due
03.Scrivimi
04.Il mio canto libero with Juanes
05.Destinazione paradiso
06.Stella gemella
07.Come il sole all'improvviso with J.Hallyday
08.Cinque giorni
09.La mia banda suona il rock
10.Spaccacuore
11.Anima fragile
12.Non me lo so spiegare with Tiziano Ferro
13.Nei giardini che nessuno sa
14.In una stanza quasi rosa
15.Quando
16.Strada facendo
17.È non è (Bonus Track)
18.Je Chante (Bonus Track solo ediz.francese)


IO CANTO

Cocciante/Luberti *1979*

LA NEBBIA CHE SI POSA LA MATTINA
LE PIETRE DI UN SENTIERO DI COLLINA
IL FALCO CHE S’INNALZERÀ
IL PRIMO RAGGIO CHE VERRÀ
LA NEVE CHE SI SCIOGLIERÀ
CORRENDO AL MARE

L’IMPRONTA DI UNA TESTA SUL CUSCINO
I PASSI LENTI E INCERTI DI UN BAMBINO
LO SGUARDO DI SERENITÀ
LA MANO CHE SI TENDERÀ
LA GIOIA DI CHI ASPETTERÀ
PER QUESTO E QUELLO CHE VERRÀ

IO CANTO
LE MANI IN TASCA E CANTO
LA VOCE IN FESTA E CANTO
LA BANDA IN TESTA E CANTO
CORRO NEL VENTO E CANTO
LA VITA INTERA E CANTO
LA PRIMAVERA E CANTO
LA MIA PREGHIERA E CANTO
PER CHI MI ASCOLTERÀ
VOGLIO CANTARE
SEMPRE CANTARE


L’ODORE DEL CAFFÈ NELLA CUCINA
LA CASA TUTTA PIENA DI MATTINA
E L’ASCENSORE CHE NON VA
L’AMORE PER LA MIA CITTÀ
LA GENTE CHE SORRIDERÀ
LUNGO LA STRADA
I RAMI CHE S’INTRECCIANO NEL CIELO
UN VECCHIO CHE CAMMINA TUTTO SOLO
L’ESTATE CHE POI PASSERÀ
IL GRANO CHE MATURERÀ
LA MANO CHE LO COGLIERÀ
PER QUESTO E QUELLO CHE VERRÀ

IO CANTO
LE MANI IN TASCA E CANTO
LA VOCE IN FESTA E CANTO
LA BANDA IN TESTA E CANTO
IO CORRO NEL VENTO E CANTO
LA VITA INTERA E CANTO
LA PRIMAVERA E CANTO
L’ULTIMA SERA E CANTO
IO PER CHI MI ASCOLTERÀ
VOGLIO CANTARE
SEMPRE CANTARE
CANTARE

OH OH

LE MANI IN TASCA
LA VOCE IN FESTA E CANTO
LA VITA INTERA E CANTO

CORRO NEL VENTO E CANTO

IO CANTO

LA VITA INTERA E CANTO

IO CANTO

PER CHI MI ASCOLTERÀ
PER CHI MI ASCOLTERÀ
 

 

DUE

Raf/Cheope *1993*

DOVE SEI
E COME STAI
È DIFFICILE
LO SO LO SAI

FERMA AL ROSSO DI UN SEMAFORO
SEI TU CHE CERCO NELLA GENTE
A PIEDI IN TAXI O DENTRO GLI AUTOBUS
DUE OCCHI CHE TI GUARDANO E POI VIA
COME FORTI RAFFICHE PERDERSI NEL TRAFFICO
E UN CLAXON DOPO L’ALTRO E CHISSÀ

DOVE SEI
COME STAI
CAMBIERÒ
SE CAMBIERAI
DUE PERCHÉ
SIAMO NOI
DUE LOTTATORI
DUE REDUCI

DUE CANZONI D’AMORE
COMUNQUE IO E TE
CON LE STESSE PAROLE
SEDUTI A UN CAFFÈ
E VORREI SOLO DIRTI ORA CHE TE NE VAI
SE È AMORE, AMORE VEDRAI
DI UN AMORE VIVRAI

MA STASERA CHE COSA FAI?
IO CHE TI TELEFONO
TU CHE NON SEI IN CASA
‘LASCIATE UN MESSAGGIO’
MA È MOLTO PIÙ VELOCE IL NASTRO DI ME
CHE NON SO MAI CHE DIRE
E ALLORA PROVERÒ AD USCIRE
STASERA IO TI TROVO LO SO
OH

DOVE SEI
COME STAI
NON CI SEI
MA DOVE VAI?
IO SONO QUI
COME TE
CON QUESTA PAURA D’AMARE PER
DUE MINUTI, DUE ORE, UN’ETERNITÀ
DUELLANTI NEL MARE DI QUESTA CITTÀ
DOVE TUTTI HAN BISOGNO D’AMORE, PROPRIO COME NOI DUE
NA NA NA
OH
E VORREI SOLO DIRTI ORA CHE TE NE VAI
SE È AMORE, AMORE VEDRAI DI UN AMORE VIVRAI

DOVE SEI
COME STAI
NON CI SEI
MA DOVE VAI?

IO E TE
SEMPRE O MAI
SIAMO NOI
SIAMO IN DUE
NANA NA NA
OH

IO E TE
SEMPRE O MAI
OH OH

 

 

SCRIVIMI

Buonocore/De Vitis *1990*

Scrivimi
quando il vento avrà spogliato gli alberi
gli altri sono andati al cinema
ma tu vuoi restare solo
poca voglia di parlare allora
Scrivimi
servirà a sentirti meno fragile
quando nella gente troverai
solamente indifferenza
tu non ti dimenticare mai di me

E se non avrai da dire
niente di particolare
non ti devi preoccupare
io saprò capire
a me basta di sapere che mi pensi anche un minuto
perché io so accontentarmi anche di un semplice saluto
ci vuole poco
per sentirsi più vicini
Scrivimi
quando il cielo sembrerà più limpido
le giornate ormai si allungano
ma tu non aspettar la sera
se hai voglia di cantare
Scrivimi
anche quando penserai
che ti sei innamorato

Tu non ti dimenticare mai di me, di me...
e se non sai come dire
se non trovi le parole
non ti devi preoccupare
io saprò capire
a me basta di sapere
che mi pensi anche un minuto
perché io so accontentarmi
anche di un semplice saluto
ci vuole poco
per sentirsi più vicini
Scrivimi
anche quando penserai
che ti sei innamorato
Tu scrivimi

 

 

IL MIO CANTO LIBERO

Battisti/Mogol *1972*
Spanish Adaptation: Carlos Ramon

In un mondo che
non ci vuole più
il mio canto libero sei tu

E l'immensità
si apre intorno a noi
al di là del limite degli occhi tuoi

Nasce il sentimento
nasce in mezzo al pianto
e s'innalza altissimo e va
e vola sulle accuse della gente
a tutti i suoi retaggi indifferente
sorretto da un anelito d'amore
di vero amore

En un mundo que cae un dia el muro
prisionero es recubierto de las rosas selvaticas
libres respirabamos revive o no
tu y yo se eleva o no

pero la verdad bosque abandonado
clara brilla hoy y por ello sobreviviendo virgen
y nitida su musica se abre o no
sono se cierra o no

nuevas sensaciones
nuevas emociones
se expresan ya purisimas en ti...
el velo del fantasma del pasado
cayendo deja el cuadro inmaculado
y se alza un viento timido de amor
de puro amor...

e riscopro te

dolce compagno che
non sai dove andare ma sai
che ovunque andrai
al fianco tuo mi avrai
se tu lo vuoi

Pietre un giorno case
ricoperte dalle rose selvatiche
rivivono
ci chiamano
bosque abandonado
y por ello sobreviviendo virgen
se abre o no
se cierra o no

En un mundo que
priosionero es
libres respirabamos
tu y yo
pero la verdad
clara brilla hoy
y nitida su musica
sono
nuevas sensaciones
nuevas emociones
se expresan ya purisimas
por ti...
el velo del fantasma en el pasado
cayendo deja el cuadro inmaculado
y se alza un viento timido de amor
de puro amor...
e riscopro te
y recubrote...

 

 

DESTINAZIONE PARADISO

Grignani/Luca *1995*

IN QUESTO GIROTONDO D'ANIME
CHI SI VOLTA È PERSO E RESTA QUA
LO SO PER CERTO AMICO
MI SON VOLTATA ANCH'IO
E PER RAGGIUNGERTI HO DOVUTO CORRERE
MA PIÙ MI GUARDO IN GIRO E VEDO CHE,
C'È UN MONDO CHE VA AVANTI ANCHE SE

SE TU NON CI SEI PIÙ
SE TU NON CI SEI PIÙ

E DIMMI PERCHÉ
IN QUESTO GIROTONDO D' ANIME
NON C'È UN POSTO
PER SCROLLARSI VIA DI DOSSO
QUELLO CHE CI È STATO DETTO
E QUELLO CHE ORMAI SI SA
E ALLORA SAI CHE C'È

C'È CHE C'È, C'È CHE PRENDO UN TRENO
CHE VA A PARADISO CITTÀ
E VI SALUTO A TUTTI E SALTO SU
PRENDO IL TRENO E NON CI PENSO PIÙ

UN VIAGGIO A SENSO SOLO SENZA RITORNO
SE NON IN VOLO
SENZA FERMATE NÈ CONFINI
SOLO ORIZZONTI NEANCHE TROPPO LONTANI
IO MI PRENDERÒ IL MIO POSTO
E TU SEDUTO LÌ AL MIO FIANCO
MI DIRAI DESTINAZIONE PARADISO

UN VIAGGIO A SENSO SOLO SENZA RITORNO
SE NON IN VOLO
SENZA FERMATE NÈ CONFINI
SOLO ORIZZONTI NEANCHE TROPPO LONTANI
IO MI PRENDERÒ IL MIO POSTO
E TU SEDUTO LÌ AL MIO FIANCO
MI DIRAI DESTINAZIONE PARADISO

C'È CHE C'È, C'È CHE PRENDO UN TRENO
CHE VA A PARADISO CITTÀ
IO MI PRENDERÒ IL MIO POSTO
E TU SEDUTO LÌ AL MIO FIANCO
MI DIRAI DESTINAZIONE PARADISO
PARADISO CITTÀ

 

 

STELLA GEMELLA

Cogliati/Lavezzi/Ramazzotti/Tosetto *1996*

ED È DI NUOVO SOLITUDINE
ANCHE STANOTTE SENTIRÒ
QUESTO MIO CUORE IN BATTERE E LEVARE
TEMPO D'AMORE CHE NON FINISCE MAI, OH NO, OH NO...

TUTTO IL MIO DENTRO CHE CONOSCI, CHE TU SAI,
VIVE UN MOMENTO PIÙ DIFFICILE CHE MAI
NON È BASTATO AVER TAGLIATO I PONTI
NON È SERVITO AVER PAGATO I CONTI
SE POI RESTA
QUESTA MIA MANIERA D'ESSERE
ANCORA FRAGILE

IO VORREI SAPERE SE CI SEI
O SEI SOLTANTO UN VOLO INUTILE...

DOVE SARAI
ANIMA MIA
SENZA DI TE
MI BUTTO VIA
DOVE SARAI
ANIMA BELLA
DOVE SARAI

QUESTO MIO CUORE
IN BATTERE E LEVARE
TEMPO D'AMORE
ED IO TI STO CERCANDO COSÌ FORTE
CHE MI FANNO MALE GLI OCCHI ORMAI...

DOVE SARAI
ANIMA MIA
SENZA DI TE
MI BUTTO VIA.
DOVE SARAI
ANIMA BELLA
STELLA GEMELLA
DOVE SARAI

MAGARI DIETRO LA LUNA SARAI
COME IL SOGNO PIÙ NASCOSTO CHE C'È
NON LO VEDI CHE IO VIVO DI TE
DOVE SARAI

WILL I FIND YOU ?
AND MAKING THROUGH THE NIGHT

 

 

COME IL SOLE ALL'IMPROVVISO

Zucchero/Paoli *1986*

NEL MONDO
IO CAMMINERÒ
TANTO CHE POI I PIEDI MI FARANNO MALE
IO CAMMINERÒ
UN'ALTRA VOLTA

E A TUTTI
IO DOMANDERÒ
FINCHÉ RISPOSTE NON CE NE SARANNO PIÙ
IO DOMANDERÒ
UN'ALTRA VOLTA

AMERÒ IN MODO CHE IL MIO CUORE
MI FARÀ TANTO MALE CHE
MALE CHE COME IL SOLE ALL'IMPROVVISO
SCOPPIERÀ, SCOPPIERÀ

POUR MARCHER
HORS DE TES TRACES
POUR T'OUBLIER

ENTRE LE FEU ET LA GLACE
JE LAISSERAI LES LARMES
DE CELUI QUI PASSE
DE CELUI QUI PASSE

J'EMPORTE AU LOIN
LA FLAMME D'UN SEUL JOUR
J'EMPORTE AU LOIN
LE FLEUVE SANS RETOUR

ET UNE TERRE BRULEE QUI RESTE
SOUS MES PAS
OUBLIE-MOI, OUBLIE-MOI!

TANTO CHE COME IL SOLE ALL'IMPROVVISO
SCOPPIERÀ, SCOPPIERÀ

POUR MARCHE
HORS DE TES TRACES
POUR TE LAISSER
LES LARMES DE CELUI QUI PASSE

 

 

CINQUE GIORNI

Zarrillo/Incenzi *1994*

CINQUE GIORNI CHE TI HO PERSO
QUANTO FREDDO IN QUESTA VITA
MA TU
NON MI HAI CERCATA PIÙ
TROPPA GENTE CHE MI CHIEDE
SCAVA DENTRO LA FERITA
E IN ME
NON CICATRIZZI MAI

FACCIO MALE ANCHE A UN AMICO
CHE OGNI SERA È QUI
GLI HO GIURATO DI ASCOLTARLO
MA TRADISCO LUI E ME
PERCHÉ QUANDO TU SEI FERITO
NON SAI MAI , OH MAI
SE CONVIENE PIÙ GUARIRE
O AFFONDARE GIÙ
PER SEMPRE

AMORE MIO COME FARÒ
A RASSEGNARMI A VIVERE
E PROPRIO IO CHE TI AMO
TI STO IMPLORANDO
AIUTAMI A DISTRUGGERTI

CINQUE GIORNI CHE TI HO PERSO
MILLE LACRIME CADUTE
ED IO
INCHIODATA A TE
TUTTO E ANCORA PIÙ DI TUTTO
PER CERCARE DI SCAPPARE
HO PROVATO A DISPREZZARTI
A TRADIRTI A FARMI MALE
PERCHÉ QUANDO TU STAI ANNEGANDO
NON SAI MAI
OH MAI
SE CONVIENE FARSI FORZA
O LASCIARSI ANDARE GIÙ
NEL MARE

AMORE MIO COME FARÒ
A RASSEGNARMI A VIVERE
E PROPRIO IO CHE TI AMO
TI STO IMPLORANDO
AIUTAMI A DISTRUGGERTI

SE UN GIORNO TORNERÒ
NEI TUOI PENSIERI
MI DICI TU CHI TI PERDONERÀ
DI ESSERTI DIMENTICATO IERI
QUANDO BASTAVA STRINGERSI DI PIÙ
PARLARE UN PO'

AMORE
E PROPRIO IO CHE TI AMO
TI STO IMPLORANDO
AIUTAMI A DISTRUGGERTI

 

 

LA MIA BANDA SUONA IL ROCK

Fossati *1979*

LA MIA BANDA SUONA IL ROCK
E TUTTO IL RESTO ALL'OCCORRENZA
SAPPIAMO BENE CHE DA NOI
FARE TUTTO È UN'ESIGENZA
È UN ROCK BAMBINO
SOLTANTO UN PO' LATINO
UNA MUSICA CHE È SPERANZA
UNA MUSICA CHE È PAZIENZA
È COME UN TRENO CHE È PASSATO
CON UN CARICO DI FRUTTI
ERAVAMO ALLA STAZIONE, SÌ
MA DORMIVAMO TUTTI
E LA MIA BANDA SUONA IL ROCK
PER CHI L'HA VISTO E PER CHI NON C'ERA
E PER CHI QUEL GIORNO LÌ
INSEGUIVA UNA SUA CHIMERA

E NON SVEGLIATEVI
OH, NON ANCORA
E NON FERMATECI NO
PER FAVORE NO

LA MIA BANDA SUONA IL ROCK
E CAMBIA FACCIA ALL'OCCORRENZA
DA QUANDO IL TRASFORMISMO
È DIVENTATO UN'ESIGENZA
CI VEDRETE IN CRINOLINE
COME BRUTTE BALLERINE
CI VEDRETE DANZARE
COME GIOVANI ZANZARE
CI VEDRETE ALLA FRONTIERA
CON LA MACCHINA BLOCCATA
MA LUI CE L'AVRÀ FATTA
LA MUSICA È PASSATA
È UN ROCK BAMBINO
SOLTANTO UN PO' LATINO
VIAGGIA SENZA PASSAPORTO
E NOI DIETRO COL FIATO CORTO
LUI TI PENETRA NEI MURI
TI FA BRECCIA NELLA PORTA
MA IN FONDO VIENE A DIRTI
CHE LA TUA ANIMA NON È MORTA

E NON SVEGLIATEVI
OH, NON ANCORA
E NON FERMATECI
OH NO
PER FAVORE NO

LA MIA BANDA SUONA IL ROCK
ED È UN'ETERNA PARTENZA
VIAGGIA BENE AD ONDE MEDIE
A MODULAZIONE DI FREQUENZA.
È UN ROCK BAMBINO
SOLTANTO UN PO' LATINO
UNA MUSICA CHE È SPERANZA
UNA MUSICA CHE È PAZIENZA.
È COME UN TRENO CHE È PASSATO
CON UN CARICO DI FRUTTI
ERAVAMO ALLA STAZIONE, SÌ
MA DORMIVAMO TUTTI.
E LA MIA BANDA SUONA IL ROCK
PER CHI L'HA VISTO E PER CHI NON C'ERA
E PER CHI QUEL GIORNO LÌ
INSEGUIVA UNA SUA CHIMERA

E NON SVEGLIATEVI
OH, NON ANCORA
E NON FERMATECI OH NO
PER FAVORE NO.
E NON SVEGLIATEVI
OH, NON ANCORA
E NON FERMATECI
PER FAVORE NO

 

 

SPACCACUORE

Bersani/D'Onghia/Dalla *1995*

SPENGO LA TV
E LA FARFALLA APPESA CADE GIÙ
AH, SUCCEDE ANCHE A ME
È UNO DEI MIEI LIMITI
IO PER UN NIENTE VADO GIÙ
SE CI PENSO MI DA I BRIVIDI
ME LO DICEVI ANCHE TU
DICEVI TU

TI HO MANDATO VIA
SENTO L'ODORE DELLA CITTÀ
NON FACCIO NIENTE, RESTO CHIUSA QUA
ECCO UN ALTRO DEI MIEI LIMITI
IO NON SAPEVO DIRTI CHE
SOLO A PENSARTI MI DA I BRIVIDI
ANCHE A UNA STRONZA COME ME
COME ME
COME ME

MA NON PENSARMI PIÙ
TI HO DETTO DI MIRARE
L'AMORE SPACCA IL CUORE
SPARA! SPARA! SPARA, AMORE!
TU NON PENSARCI PIÙ
CHE COSA VUOI ASPETTARE?
L'AMORE SPACCA IL CUORE
SPARA! SPARA! SPARA, DRITTO QUI
QUI

SO CHI SONO IO
ANCHE SE NON HO LETTO FREUD
SO COME SONO FATTA IO
MA NON RIESCO A SCIOGLIERMI
ED È PER QUESTO CHE SON QUI
E TU LONTANO DEI CHILOMETRI
CHE DORMIRAI CON CHI SA CHI
ADESSO LÌ
CON CHI SA CHI...

MA NON PENSARMI PIÙ
TI HO DETTO DI MIRARE
L'AMORE SPACCA IL CUORE
SPARA! SPARA! SPARA, AMORE!
TU NON PENSARCI PIÙ,
CHE COSA VUOI ASPETTARE?
L'AMORE SPACCA IL CUORE
SPARA! SPARA! SPARA, DRITTO QUI
QUI, DRITTO QUI
SPARA...

MA NON PENSARMI PIÙ
TI HO DETTO DI MIRARE
L'AMORE SPACCA IL CUORE
SPARA! SPARA! SPARA, AMORE!
TU NON PENSARCI PIÙ
CHE COSA VUOI ASPETTARE?
L'AMORE SPACCA IL CUORE
SPARA! SPARA! SPARA, DRITTO QUI
QUI
SPARA, DRITTO QUI
SPARA SPARA SPARA AMORE!

 

 

ANIMA FRAGILE

Rossi *1980*

E TU
CHISSÀ DOVE SEI
ANIMA FRAGILE
CHE MI ASCOLTAVI IMMOBILE
MA SENZA RIDERE

E ORA TU
CHISSÀ DOVE SEI
AVRAI TROVATO AMORE
O COME ME
CERCHI SOLTANTO D'AVVENTURE
PERCHÉ NON VUOI PIÙ PIANGERE

E LA VITA CONTINUA
ANCHE SENZA DI NOI
CHE SIAMO LONTANO ORMAI
DA TUTTE QUELLE SITUAZIONI CHE CI UNIVANO
DA TUTTE QUELLE PICCOLE EMOZIONI CHE BASTAVANO
DA TUTTE QUELLE SITUAZIONI CHE NON TORNANO MAI!
PERCHÉ COL TEMPO CAMBIA TUTTO
LO SAI
E CAMBIAMO ANCHE NOI
CAMBIAMO ANCHE NOI
CAMBIAMO ANCHE NOI

NA NANA NANA NANA...

CHISSÀ DOVE SEI
AVRAI TROVATO AMORE
ANIMA FRAGILE

 

 

NON ME LO SO SPIEGARE

Ferro *2003*

UN PO’ MI MANCA L’ARIA CHE TIRAVA
O SEMPLICEMENTE LA TUA BIANCA SCHIENA
NANANA NA NA NA
E QUELL’OROLOGIO NON GIRAVA
STAVA FERMO SEMPRE DA MATTINA A SERA
COME ME LUI TI FISSAVA

IO NON PIANGO MAI PER TE
NON FARÒ NIENTE DI SIMILE NO MAI
NONONO NO NO NO
SI, LO AMMETTO, UN PO’ TI PENSO
MA MI SCANSO
NON MI TOCCHI PIÙ

SOLO CHE PENSAVO A QUANTO È INUTILE FARNETICARE
E CREDERE DI STARE BENE QUANDO È INVERNO E TE
TOGLI LE TUE MANI CALDE
NON MI ABBRACCI E MI RIPETI CHE SON GRANDE,
MI RICORDI CHE RIVIVO IN TANTE COSE
NANANA NA NA NA

CASE, LIBRI, AUTO, VIAGGI, FOGLI DI GIORNALE
CHE ANCHE SE NON VALGO NIENTE PERLOMENO A TE
TI PERMETTO DI SOGNARE
E SE HAI VOGLIA, DI LASCIARTI CAMMINARE

SCUSA, SAI, NON TI VORREI MAI DISTURBARE
MA VUOI DIRMI COME QUESTO PUÒ FINIRE?
NON ME LO SO SPIEGARE IO

NON ME LO SO SPIEGARE

LA NOTTE FONDA E LA LUNA PIENA
CI OFFRIVANO DA DONO SOLO L’ATMOSFERA

MA L’AMAVO E L’AMO ANCORA
OGNI DETTAGLIO È ARIA CHE MI MANCA
E SE STO COSÌ SARÀ LA PRIMAVERA
MA NON REGGE PIÙ LA SCUSA NO, NO...

SOLO CHE PENSAVO A QUANTO È INUTILE FARNETICARE
E CREDERE DI STARE BENE QUANDO È INVERNO E TE
TOGLI LE TUE MANI CALDE
NON MI ABBRACCI E MI RIPETI CHE SON GRANDE,
MI RICORDI CHE RIVIVO IN TANTE COSE
NANANA NA NA NA

CASE, LIBRI, AUTO, VIAGGI, FOGLI DI GIORNALE
CHE ANCHE SE NON VALGO NIENTE PERLOMENO A TE
TI PERMETTO DI SOGNARE...

SOLO CHE PENSAVO A QUANTO È INUTILE FARNETICARE
E CREDERE DI STARE BENE QUANDO È INVERNO E TE
TOGLI LE TUE MANI CALDE
NON MI ABBRACCI E MI RIPETI CHE SON GRANDE,
MI RICORDI CHE RIVIVO IN TANTE COSE
NANANA NA NA NA

CASE, LIBRI, AUTO, VIAGGI, FOGLI DI GIORNALE
CHE ANCHE SE NON VALGO NIENTE PERLOMENO A TE
TI PERMETTO DI SOGNARE
E SE HAI VOGLIA, DI LASCIARTI CAMMINARE

SCUSA, SAI, NON TI VORREI MAI DISTURBARE
MA VUOI DIRMI COME QUESTO PUÒ FINIRE?

MA VUOI DIRMI COME QUESTO PUÒ FINIRE?

MA VUOI DIRMI COME QUESTO PUÒ FINIRE

PUÒ FINIRE

 

 

NEI GIARDINI CHE NESSUNO SA

Zero/Riccardi *1994*

SENTI QUELLA PELLE RUVIDA
UN GRAN FREDDO DENTRO L'ANIMA
FA FATICA ANCHE UNA LACRIMA
A SCENDERE GIÙ

TROPPE ATTESE DIETRO L'ANGOLO
GIOIE CHE NON TI APPARTENGONO
QUESTO TEMPO INCONCILIABILE
GIOCA CONTRO DI TE

ECCO COME SI FINISCE POI
INCHIODATI A UNA FINESTRA NOI
SPETTATORI MALINCONICI
DI FELICITÀ IMPOSSIBILI

TANTI VIAGGI RIMANDATI E GIÀ
VALIGIE VUOTE DA UN'ETERNITÀ
QUEL DOLORE CHE NON SAI COS'È
SOLO LUI NON TI ABBANDONERÀ MAI, OH MAI!

È UN RIFUGIO QUEL MALESSERE
TROPPA FRETTA IN QUEL TUO CRESCERE
NON SI FANNO PIÙ MIRACOLI ADESSO
ADESSO NON PIÙ

NON DAR RETTA A QUELLE BAMBOLE
NON TOCCARE QUELLE PILLOLE
QUELLA SUORA HA UN BEL CARATTERE
CI SA FARE CON LE ANIME

TI DAREI GLI OCCHI MIEI
PER VEDERE CIÒ CHE NON VEDI
L'ENERGIA L'ALLEGRIA
PER STRAPPARTI ANCORA SORRISI

DIR DI SÌ, SEMPRE SÌ
E RIUSCIRE A FARTI VOLARE
DOVE VUOI DOVE SAI
SENZA PIÙ QUEL PESO SUL CUORE

NASCONDERTI LE NUVOLE
E QUELL'INVERNO CHE TI FA MALE
CURARTI LE FERITE E POI
QUALCHE DENTE IN PIÙ PER MANGIARE

E POI VEDERTI RIDERE
E POI VEDERTI CORRERE ANCORA
DIMENTICA, C'È CHI DIMENTICA
DISTRATTAMENTE UN FIORE UNA DOMENICA
E POI... SILENZI
E POI... SILENZI

NEI GIARDINI CHE NESSUNO SA
SI RESPIRA L'INUTILITÀ
C'È RISPETTO E GRANDE PULIZIA
È QUASI FOLLIA

NON SAI COME È BELLO STRINGERTI
RITROVARSI QUI A DIFENDERTI
E VESTIRTI E PETTINARTI SÌ
E SUSSURRARTI NON ARRENDERTI

NEI GIARDINI CHE NESSUNO SA
QUANTA VITA SI TRASCINA QUA
SOLO ACCIACCHI PICCOLE ANEMIE
SIAMO NIENTE SENZA FANTASIE

SORREGGILI AIUTALI
TI PREGO NON LASCIARLI CADERE
ESILI FRAGILI
NON NEGARGLI UN PO' DEL TUO AMORE

STELLE CHE ORA TACCIONO
MA DARANNO UN SENSO A QUEL CIELO
GLI UOMINI NON BRILLANO
SE NON SONO STELLE ANCHE LORO

E MANI CHE ORA TREMANO
PERCHÉ IL VENTO SOFFIA PIÙ FORTE
NON LASCIARLI ADESSO NO
CHE NON LI SORPRENDA LA MORTE
SIAMO NOI GLI INABILI
CHE PUR AVENDO A VOLTE NON DIAMO
DIMENTICA C'È CHI DIMENTICA
DISTRATTAMENTE UN FIORE UNA DOMENICA
E POI... SILENZI
E POI... SILENZI
SILENZI

 

 

IN UNA STANZA QUASI ROSA

Antonacci *1996*

GUARDA SIAMO SOLI IN QUESTA STANZA
EPPURE C'È QUALCUNO CHE CI GUARDA
SENTI NON NE SENTI DI RUMORI
EPPURE C'È QUALCOSA CHE SI MUOVE

BACIA QUELLO CHE SA GIÀ DI TE
E SPEGNI QUESTA LUCE TROPPO FORTE
BELLO STO VIAGGIANDO A MILLE ALL' ORA
CON TE IN UNA STANZA QUASI ROSA

QUI NESSUNO PUÒ DIVIDERE
QUELLO CHE HA VOLUTO DIO
QUI NESSUNO PUÒ DECIDERE PER NOI
ACCAREZZAMI SENZA VERGOGNA
RIDI PURE SE TI VÀ
E VEDRAI CHE PRIMA O POI LO FARAI
FUORI DA QUI
SENZA PAURA E CON IL SOLE
SENZA PIÙ OCCHI DA EVITARE
SENZA PAURA E CON IL SOLE
CON IL CORAGGIO DI CHI VUOLE

GUARDA QUESTO AMORE SI FA GRANDE
E CI FA STARE STRETTI IN QUESTA STANZA
ALLORA ALLORA FUORI
RIVESTIAMOCI E POI FUORI
E DIAMO LUCE A TUTTI I NOSTRI SOGNI

SOTTO QUESTO CIELO AZZURRO CORAGGIO
PIÙ NESSUNO TOGLIERÀ
LA MIA MANO DALLA MANO TUA
VEDRAI
SENZA PAURA E CON IL SOLE
SENZA PIÙ OCCHI DA EVITARE
SENZA PAURA E CON IL SOLE

CON IL CORAGGIO DI CHI VUOLE
DI CHI VUOLE

GUARDA SIAMO SOLI IN QUESTA STANZA
EPPURE C'È QUALCUNO CHE CI GUARDA

 

 

QUANDO

Daniele *1991*

TU DIMMI QUANDO QUANDO
DOVE SONO I TUOI OCCHI
E LA TUA BOCCA
FORSE IN AFRICA CHE IMPORTA

TU DIMMI QUANDO QUANDO
DOVE SONO LE TUE MANI ED IL TUO NASO
VERSO UN GIORNO DISPERATO
MA IO HO SETE
HO SETE ANCORA

TU DIMMI QUANDO QUANDO
NON GUARDARMI ADESSO AMORE
SONO STANCA
PERCHÉ PENSO AL FUTURO

TU DIMMI QUANDO QUANDO
SIAMO ANGELI CHE CERCANO UN SORRISO
NON NASCONDERE IL TUO VISO
PERCHÉ HO SETE
HO SETE ANCORA
ANCORA

E VIVRÒ
SÌ VIVRÒ
TUTTO IL GIORNO PER VEDERTI ANDAR VIA
FRA I RICORDI E QUESTA STRANA PAZZIA
E IL PARADISO
CHE NON ESISTE
CHI VUOLE UN FIGLIO NON INSISTE

TU DIMMI QUANDO QUANDO
HO BISOGNO DI TE
ALMENO UN'ORA
PER DIRTI CHE ODIO ANCORA

TU DIMMI QUANDO QUANDO
LO SAI CHE NON TI AVRÒ
E SUL TUO VISO
STA PER NASCERE UN SORRISO
ED IO HO SETE
HO SETE ANCORA
HO SETE ANCORA

E VIVRÒ
SÌ VIVRÒ
TUTTO IL GIORNO PER VEDERTI ANDARE VIA
FRA I RICORDI E QUESTA STRANA PAZZIA
E IL PARADISO
CHE FORSE ESISTE
CHI VUOLE UN FIGLIO NON INSISTE

ED IO HO SETE
HO SETE ANCORA
ANCORA
TU DIMMI QUANDO QUANDO

 

 

STRADA FACENDO

Baglioni *1981*

IO ED I MIEI OCCHI SCURI SIAMO DIVENTATI GRANDI INSIEME
CON L'ANIMA SMANIOSA A CHIEDERE DI UN POSTO CHE NON C'È
TRA MILLE MATTINI FRESCHI DI BICICLETTE
MILLE PIÙ TRAMONTI DIETRO I FILI DEL TRAM
ED UNA FAME DI SORRISI E BRACCIA INTORNO A ME

IO ED I CASSETTI DI RICORDI E DI INDIRIZZI CHE HO PERDUTO
HO VISTO VISI E VOCI DI CHI HO AMATO
PRIMA O POI ANDAR VIA
E HO RESPIRATO UN MARE SCONOSCIUTO NELLE ORE
LARGHE E VUOTE DI UN'ESTATE DI CITTÀ
ACCANTO ALLA MIA OMBRA LUNGA DI MALINCONIA

IO E LE MIE TANTE SERE CHIUSE COME CHIUDERE UN OMBRELLO
COL VISO SOPRA AL PETTO A LEGGERE I DOLORI ED I MIEI GUAI
HO CAMMINATO PER LE VIE CHE CURVANO SEGUENDO IL VENTO
E DENTRO A UN SENSO DI INUTILITÀ
E FRAGILE E VIOLENTA MI SON DETTA: TU VEDRAI
VEDRAI VEDRAI...

STRADA FACENDO VEDRAI
CHE NON SEI PIÙ DA SOLA
STRADA FACENDO TROVERAI
UN GANCIO IN MEZZO AL CIELO
E SENTIRAI LA STRADA FAR BATTERE IL TUO CUORE
VEDRAI PIÙ AMORE VEDRAI

IO TROPPO PICCOLA FRA TUTTA QUESTA GENTE CHE C'È AL MONDO
IO CHE HO SOGNATO SOPRA UN TRENO CHE NON È PARTITO MAI
E HO CORSO IN MEZZO A PRATI BIANCHI DI LUNA
PER STRAPPARE ANCORA UN GIORNO ALLA MIA INGENUITÀ
E GIOVANE E INVECCHIATA MI SON DETTA: TU VEDRAI
VEDRAI VEDRAI...

STRADA FACENDO VEDRAI
CHE NON SEI PIÙ DA SOLA
STRADA FACENDO TROVERAI
ANCHE TU UN GANCIO IN MEZZO AL CIELO
E SENTIRAI LA STRADA FAR BATTERE IL TUO CUORE
VEDRAI PIÙ AMORE VEDRAI...
VEDRAI

E UNA CANZONE NEANCHE QUESTA POTRÀ MAI CAMBIAR LA VITA
MA CHE COS'È CHE CI FA ANDARE AVANTI E DIRE CHE NON È FINITA
COS'È CHE CI SPEZZA IL CUORE FRA CANZONI E AMORE
CHE CI FA CANTARE E AMARE SEMPRE PIÙ
PERCHÉ DOMANI SIA MIGLIORE PERCHÉ DOMANI TU
PERCHÉ DOMANI SIA MIGLIORE PERCHÉ DOMANI TU
PERCHÉ DOMANI SIA MIGLIORE PERCHÉ DOMANI TU
NON SEI PIU' DA SOLA
NO NO

 

è NON è

Niccolò Fabi *2003*

È UNA PASSIONE GIOCOSA
UN BUON SENTIMENTO
UNO SGUARDO E UN PENSIERO
CHE NON SI RIPOSA
È LA VITA CHE ACCADE
È LA CURA DEL TEMPO
È UNA GRANDE POSSIBILITÀ

NON È UNA SFIDA
NON È UNA RIVALSA
NON È LA FINZIONE DI ESSERE MEGLIO
NON È LA VITTORIA L'APPLAUSO DEL MONDO
DI CIÒ CHE SUCCEDE IL SENSO PROFONDO.

È IL FILO DI UN AQUILONE
UN EQUILIBRIO SOTTILE
NON È COSA MA È COME
È UNA QUESTIONE DI STILE
NON È DI MOLTI NE' POCHI
MA SOLO DI ALCUNI
È UNA CONQUISTA UNA NECESSITÀ

NON È PER MISSIONE
MA NEMMENO PER GIOCO
NON È "CHE T'IMPORTA"
NON È "TANTO È UGUALE"
NON È INVECCHIARE CAMBIANDO CANALE
NON È UN DOVERE
DOVERE INVECCHIARE

SENTIRE E FARE ATTENZIONE
UBRIACARSI D'AMORE
È UNA FISSAZIONE
È IL MESTIERE CHE VIVO
E L'INCHIOSTRO AGGRAPPATO
A QUESTO FOGLIO DI CARTA
DI ESSERNE DEGNA
È IL MIO TENTATIVO

NON È LA VITTORIA L'APPLAUSO DEL MONDO
DI CIÒ CHE SUCCEDE IL SENSO PROFONDO
NON È...

NON È INVECCHIARE CAMBIANDO CANALE
NON È UN DOVERE, DOVERE INVECCHIARE
NON È LA VITTORIA L'APPLAUSO DEL MONDO
DI CIÒ CHE SUCCEDE IL SENSO
IL SENSO PROFONDO

 

JE CHANTE

Adatt. francese: Jean-Pierre Lemaire

LA NEBBIA CHE SI POSA LA MATTINA
LE PIETRE DI UN SENTIERO DI COLLINA
IL FALCO CHE S'INNALZERÀ
IL PRIMO RAGGIO CHE VERRÀ
LA NEVE CHE SI SCIOGLIERÀ
CORRENDO AL MARE

L’EMPREINTE D’UNE TÊTE SUR UN OREILLER BLANC,
LE DANDINEMENT DES TOUS PREMIERS PAS D’UN ENFANT,
POUR LE REGARD QUI PARLERA,
POUR UNE MAIN QUI SE TENDRA,
POUR L’AMI QUE TU RETROUVERAS
POUR TOUT ÇA ET CE QUI VIENDRA
JE CHANTE
POUR TOUS LES TEMPS
JE CHANTE
POUR LES ENFANTS
JE CHANTE
POUR LES AMANTS
JE CHANTE

CORRO NEL VENTO E CANTO
LA VITA INTERA E CANTO
LA PRIMAVERA E CANTO
LA MIA PREGHIERA E CANTO
PER CHI MI ASCOLTERÀ
VOGLIO CANTARE
SEMPRE CANTARE

LE TOUT PETIT MATIN PAS ENCORE ÉVEILLÉ,
LES PREMIERS BRUITS DEHORS ET L’ODEUR DU CAFÉ,
L’ASCENSEUR QUI NE MARCHE PAS,
MA VILLE ENDORMIE PAR LE FROID,
LA DAME DU CAFÉ-TABAC QUI ME SOURIRA…
L’EAU DU FLEUVE RIDÉE PAR LE SOUFFLE DU VENT,
UN PETIT VIEUX QUI VA SOLITAIRE À PAS LENTS ET PUIS LE TEMPS QUI PASSERA,
LE BLÉ QUI DEMAIN MÛRIRA ET LA MAIN QUI LE CUEILLERA
POUR ÇA ET POUR QUI SERA JE CHANTE
POUR TOUS LES TEMPS JE CHANTE
POUR LES ENFANTS JE CHANTE
POUR LES AMANTS JE CHANTE

CORRO NEL VENTO E CANTO
LA VITA INTERA E CANTO
LA PRIMAVERA E CANTO
L’ULTIMA SERA E CANTO IO
PER CHI MI ASCOLTERÀ
VOGLIO CANTARE
SEMPRE CANTARE
CANTARE
CANTO...LE MANI IN TASCA
CANTO...LA VOCE IN FESTA E CANTO
LA VITA INTERA E CANTO

CHEVEUX AU VENT JE CHANTE
JE CHANTE
LA VIE ENTIÈRE JE CHANTE
IO CANTO...POUR QUI M’ÉCOUTERA
PER CHI MI ASCOLTERÀ...IO CANTO